CONTENUTI E APPROFONDIMENTI

IL TERRITORIO

TORRE DI MOSTO: La storia

In origine il territorio di Torre di Mosto faceva parte della laguna prospiciente Venezia e quella di Caorle; era situato a nord del Lago della Piave ed era interessato dal passaggio del fiume Livenza che costituiva una delle tante vie d'acqua su cui si svolgevano prevalentemente i traffici di un tempo. Lungo il margine estremo della pianura e adiacente alla palude fu costruita la Via Annia (131 a.C.) che collegava Roma ad Aquileia. Presso una delle anse del fiume Livenza i Romani costruirono una torre di guardia, per vigilare sulle eventuali scorrerie dei barbari. Nel VII secolo la laguna divenne rifugio degli abitanti di Opitergium (Oderzo) che fuggivano dai Longobardi.

mappa del territorio del Basso Piave

In prossimità di un preesistente sito paleoveneto collocato all'incirca nel territorio dell'attuale località di Fiumicino, sorse la città di Heraclia, diventata ricca grazie al fiorente commercio marittimo e lagunare. Quando iniziò la sua decadenza, il territorio si impaludì ulteriormente anche a causa delle continue esondazioni dei fiumi Piave e Livenza. Gli abitanti della zona costruirono un borgo dove già esistevano una cappella e una torre, che era stata fatta erigere dai Dogi a difesa di Heraclia. Durante il Basso Evo questo il villaggio fu distrutto e la torre fu rasa al suolo. La nobile famiglia veneziana Da Mosto, che in quei luoghi amministrava estesi terreni agricoli, consentì la ricostruzione del sito. Fino alla seconda metà dell'800 Torre di Mosto continuò ad essere un piccolo villaggio di agricoltori che vivevano in queste terre paludose. La popolazione era soggetta a epidemie, alla malaria, e provata dalle frequenti piene del fiume Livenza. Furono gli Austriaci ad avviare la sistemazione organica degli argini del fiume Livenza. La bonifica del territorio inizia con l'avvento del Regno d'Italia e fu completata dopo la prima guerra mondiale. La popolazione, ridottasi nella metà negli anni '60, poi è andata aumentando progressivamente nell'ultimo trentennio. Attualmente, il territorio comunale di Torre di Mosto comprende le frazioni di Staffolo, Boccafossa ed altre località.