IL “BASSO PIAVE” AL CENTRO PERTINI

È  stata una serata preziosa per l’intera comunità locale quella trascorsa al Centro “Sandro Pertini” di Jesolo insieme con i ragazzi della classe 1a A della Scuola MediaMichelangelo” (Istituto Comprensivo “I. Calvino”) giovedì 14 maggio 2015. L’evento è foto-1a-jesolo-premio-ibp-14-05-2015-023stato organizzato dalla classe e dalla docente di italiano, storia e geografia, la prof.ssa Lia Davanzo, referente del progetto “Alla scoperta dell’identità del Basso Piave”, svolto a scuola con l’Associazione “G.R.I.L. Basso Piave” nel corso dell’a.s. 2014-2015.

Moltissimi sono stati gli interventi effettuati in classe, compresa l’uscita nel territorio, svoltasi il giorno 9 aprile in compagnia della classe 1a C del medesimo Istituto. La visita al territorio foto-uscita-9-04-2015-cl-1a-1c-jesolo-045rappresenta la componente essenziale del percorso di ricerca che l’Associazione propone alle scuole perché include l’analisi di aspetti antropici costitutivi dell’identità territoriale.

La classe, nel corso della serata, ha inteso proporre al pubblico (numeroso in sala) alcuni fra i momenti più rilevanti della sua preparazione in merito allo studio dell’identità del Basso Piave.

foto-uscita-9-04-2015-cl-1a-1c-jesolo-133La prima parte dell’esposizione dei risultati raggiunti è stata presentata attraverso un video che ha saputo raccogliere in modo sintetico, ma estremamente chiaro i punti salienti del percorso. Anzitutto, sono stati mostrati alcuni specifici momenti degli incontri svolti in classe con il nonno Pierluigi Cibin e con la prof.ssa Aidi Pasian, a cui è seguito un compendio dei lavori realizzati a casa con l’elaborazione, foto-uscita-9-04-2015-cl-1a-1c-jesolo-062ad esempio, del proprio genogramma familiare. A questo punto è stata esibita la raccolta di dati e di informazioni identitarie desunte  dalle proprie famiglie (e, in foto-uscita-9-04-2015-cl-1a-1c-jesolo-050particolare, dai nonni dei ragazzi). Infine, sono state descritte alcune fasi determinanti dell’uscita didattica svolta nel territorio, alla scoperta di siti e aspetti caratteristici: le foto-uscita-9-04-2015-cl-1a-1c-jesolo-049porte del Brian”, i casoni e le relative forme di utilizzo attuale, i resti archeologici di alcuni manufatti presenti nel territorio di foto-uscita-9-04-2015-cl-1a-1c-jesolo-103palude – come il particolare di un antico mulino – e infine l’idrovora di Cittanova, messa sempre gentilmente a disposizione per le visite dal Consorzio di Bonifica del Veneto Orientale, nella persona delfoto-uscita-9-04-2015-cl-1a-1c-jesolo-147responsabile Christian Bonetto che ha richiesto all’operatore Claudio Frasson di mettere in funzione anche il vecchissimo motore Diesel (il tutto è stato allietato persino da un piccolo buffet offerto ai giovani ospiti!).

foto-uscita-9-04-2015-cl-1a-1c-jesolo-082Il pubblico ha particolarmente gradito la connessione fra i dati presentati rispettofoto-uscita-9-04-2015-cl-1a-1c-jesolo-099 il territorio e la storia specifica di Jesolo, accennata attraverso un rapido excursus: grazie ad alcune immagini d’epoca è stata evidenziata la presenza della palude immediatamente alle spalle della linea di costa, le prime costruzioni significative lungo questo tratto del litorale adriatico e, infine, le successive e più stravolgenti modifiche all’assetto non solo ambientale, ma soprattutto urbanistico, che ha condotto Jesolo ad assumere l’attuale assetto. Una sintesi apprezzata anche dalfoto-1a-jesolo-premio-ibp-14-05-2015-019 Vicesindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Jesolo, Roberto Rugolotto, presente all’evento insieme al Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo I. Calvino”, il prof. Luigi Billotto, stupito dall’inaspettata performance dei suoi ragazzi, così sicuri e competenti.

Tale competenza si è manifestata in modo ancora più evidente durante la seconda parte, nella quale la classe ha presentato il percorso che ha intenzione di effettuare durante il prossimo anno scolastico e lo ha fatto esponendo l’identità territoriale in una forma più concreta, manifesto2legata alle tradizioni: con il supporto fornito dai membri dell’Associazione, i ragazzi hanno saputo esibire filastrocche e detti della gente del Basso Piave, collegandoli ai vari momenti dell’anno solare, così come esso era concepito appunto da questa comunità.

La conferma alla validità della ricerca fatta con l’Associazione è giunta proprio dagli anziani presenti in sala, che non hanno resistito ad accompagnare con la propria voce gli interventi dei ragazzi, sapientemente guidati da due giovanissimi “presentatori”, alunni della classe. Anche in questo si è potuto ammirare ed apprezzare la grande competenza raggiunta da questa classe, che ha operato con uno straordinario impegno extracurricolare per ottenere tali risultati, nonostante i tempi strettissimi e gli impegni scolastici più intensi dell’ultimo mese di scuola!

foto-1a-jesolo-premio-ibp-14-05-2015-027L’Associazione G.R.I.L. Basso Piave”, perciò, ringrazia di cuore la docente Lia Davanzo per l’impegno profuso nel portare avanti per ben cinque mesi tutto il progetto didattico e si unisce al plauso già espresso all’intera classe 1aA dall’Assessore Rugolotto, favorevole ad un’ulteriore futura esposizione di questo copioso lavoro al pubblico jesolano.

Lascia un Commento